Rosetta

rosettaIl mondo è ciò che ci viene raccontato.
Ciò che accade in queste ore è esattamente la dimostrazione che ogni cosa è narrazione.

Narrazione è vedere una stella cadente e raccontarle i desideri più nascosti, ma è anche guardare verso il cielo e sentire la crescente paura che la volta celeste ci cada sulla testa. Narrazione è ciò che la televisione e i mass media ogni giorno ci ripetono, cioè che l’umanità è un agglomerato di tristezza, assassini, stupratori, burocrati e tristi figuri, e al tempo stesso è guardare a una cometa per cercare l’ennesima prova (ce ne fosse bisogno) del fatto che l’umanità è composta di idee incredibili, individui straordinari e traguardi impensabili. Narrazione è osservare quella cometa e raccontare il pericolo che essa rappresenta oppure guardare a quella cometa come a un’opportunità. Narrazione è sentire il mondo come un coacervo di morte, distruzione e terrore, oppure raccontarlo come la possibilità di esistere, di esplorare, di conoscere.

Ecco, oggi scelgo di farmi raccontare la storia di un’umanità che è riuscita a mettere un proprio artefatto su uno di quegli oggetti che, per duemila anni, sono stati raccontati come segni divini, che oggi vengono raccontati come agglomerati di roccia e ghiaccio vaganti nel sistema solare, che domani chissà cosa potranno mai essere, come saranno narrati.

Scelgo di raccontare la storia di un’umanità degna di essere vissuta, elogiata, narrata.

Scelgo di dire che il mondo non è morte e distruzione, ma è un posto da vivere, conoscere, amare.

Scelgo di capire che viviamo già in una storia di fantascienza.

Io oggi ho scelto di atterrare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...