La cura di sé, oggi più che mai

Da non perdere
I periodi di imbruttimento sono parte integrante della vita di ogni individuo. Ciclicamente capitano momenti in cui si smette, chi più chi meno, di avere cura di sé. Ci si lascia andare, si vive passivamente, si lascia trascorrere il tempo e lo si occupa con cose frivole. È normale, anzi, fisiologico.
Questi periodi sono spesso la conseguenza di eventi particolarmente significativi: la fine di un amore, la scomparsa di un caro, la perdita di un lavoro, il fallimento di un’impresa, una malattia, una cocente sconfitta a Risiko.
 
Nella mia vita io ricordo almeno tre periodi di imbruttimento:
1) quando mi ruppi il ginocchio a 17 anni, vedendo infrangersi la mia passione sportiva, ovvero la pallacanestro: passai otto mesi di imbruttimento, sballottato tra mezza depressione e mancanza di voglia per qualsiasi cosa;
2) quando morì uno dei miei migliori amici, a 21 anni: passai un anno di mezza alienazione, mi sentivo lontano da tutto e tutti, trascurai studio, relazioni e impegni di varia natura;
3) quando lasciai il mio lavoro precedente (campo della gestione finanziaria) per lanciarmi in qualche nuova avventura che ancora non conoscevo: trascorsi sei mesi di quasi-nullafacenza, persi curiosità e diedi spazio più ai timori che all’iniziativa.
 
Da ognuno di questi periodi sono uscito quando ho deciso di prendermi nuovamente cura di me stesso, ripartendo dalle piccole cose: riprendere in mano il tempo della giornata, facendolo scandire con cose da fare e non con cose che mi accadevano; tornare a curarmi nell’aspetto, evitando di passare le giornate in pigiama e sguardo stralunato, facendomi la barba e magari qualche doccia in più; dandomi qualche obiettivo piccolo e raggiungibile, come scrivere un tot di pagine ogni giorno, portare a termine compiti elementari ma ripetitivi, avere cura della casa facendo le pulizie e impedendo che si trasformasse nella palude che rischiava di diventare; curando le relazioni importanti, quelle “poche ma buone“, prestando attenzione ai meccanismi che nutrono i rapporti con le persone davvero interessate a come mi sentivo.
 
Si riparte da lì, dalle piccole cose che ognuno può fare per sé. E in questo modo rinsaldare i rapporti con chi ci sta vicino, razionalmente e usando il cervello, evitando di farci dominare da paure stupide che ci convincono di cose altrettanto stupide.
 
Oggi più che mai ognuno di noi deve avere cura di sé, delle piccole cose che danno valore alla vita al di là di tutto quello che sta venendo messo a repentaglio. Il pericolo? Che il 70% di noi si lasci andare a quel periodo di imbruttimento senza alcuna voglia di riprendere in mano la propria vita.
 
Non facciamolo, raga.

Prenditi un momento per il tempo – FSFSG 2×03

Da non perdere, filosofarsogood, Filosofia, FSFSG: la rivista

Il primo che dirà “non ho tempo per leggere il nuovo numero di FiloSoFarSoGood” ne avrà già sprecato fin troppo, di tempo! 😉
copertinaSono orgoglioso di presentarvi il terzo numero di quest’anno per FiloSoFarSoGood: 16 articoli che non costano tempo poiché la filosofia te ne fa guadagnare. Pensatori e film, saggezza e serie TV, musica, videogiochi e grandi filosofi vi accompagneranno in questo percorso accidentato tra il passato e il futuro, tra secondi presenti e minuti trascorsi. Ed è splendido leggere gli articoli extra-redazionali, che hanno reso meraviglioso anche questo numero della nostra rivista!

FSFSG costa solo 3 € e questo denaro servirà a sostenere il mastodontico lavoro necessario alla produzione di questa bellezza: selezione, editing, grafica, promozione, scrittura, impaginazione, riletture, et cetera. Sono sicuro che spendendo questa piccola cifra non avrai alcuna possibilità di pentirtene, e sono convinto che sarai orgoglioso, almeno un decimo di quanto lo sono io! 😁

FiloSoFarSoGood è un progetto coraggioso che spero possa crescere ancora insieme a tutti voi. Leggila, diffondila e ovviamente COMPRALA!

indice

Spinoza e Popcorn a VICENZA!

Spinoza & Popcorn

Mercoledì 29 gennaio alle 18 presenterò “Spinoza e Popcorn” a Vicenza, presso la Libreria Galla. E vorrei vedervi in tanti perché insomma… da vicentino… dopo tre libri… è la PRIMA VOLTA che riesco ad organizzare una presentazione a Vicenza! 😅😅
Lo so, la cosa è un po’ imbarazzante: riempio le librerie a Milano, a Bologna, a Firenze, e poi Vicenza mi snobba? Speriamo sia l’inizio del cambio di tendenza, dai!
Quindi, vicentini, NON MANCATE!
C’è anche Gennaro Romagnoli, perciò la chiacchierata sarà interessantissima.

vicenza29gen_quad

MONOGRAFICHE RELOADED: Spinoza, Nietzsche, Bergson e Kant

Da non perdere, Filosofia, YouTube

Sono un po’ emozionato nell’annunciare questa cosa perché le live monografiche su Nietzsche, Spinoza, Bergson e Kant sono state tra le primissime nella storia del mio canale. Ed è giunto il momento di “aggiornarle“.

Non solo perché le ho trasmesse durante il lontano 2015 e quindi la qualità audio/video delle live è deleteria, ma anche perché negli ultimi 5 anni ho letto, approfondito e studiato moltissimo a riguardo di questi autori, e le mie idee riguardanti le loro idee sono maturate e cambiate. Perciò, ho deciso di proporre delle “Monografiche Reloaded“, una sorta di “reboot” aggiornato sia dal punto di vista tecnico che da quello contenutistico.

Nei mesi di gennaio e febbraio si svolgeranno 4 Reloaded: il 9 gennaio tocca a Spinoza, il 28 gennaio a Nietzsche, il 16 febbraio a Bergson e concluderemo con Kant il 26 febbraio. Le Live si terranno sul mio canale YouTube a partire dalle ore 21 e dureranno dai 120 ai 180 minuti (ho un sacco di cose da dire…).

Spero che questa sia una decisione apprezzata tanto da chi segue il canale da anni e anni (magari da quel remoto 2015), sia da chi lo segue da poco e si è perso le live storiche.

Seneca nel Traffico a Firenze (22 gennaio)

Da non perdere, Filosofia, Spinoza & Popcorn

Il 22 gennaio sarò a Firenze per “Seneca nel Traffico“. Ne sono felice perché è da una vita che non passo in Toscana per un evento, quindi siateci, e non in pochi!
Per info e prenotazioni, il link da seguire è questo.
Per tutti gli eventi futuri, il link è questo!

gen_many