Spinoza & Popcorn: il mio nuovo libro

Da non perdere, Filosofia, Spinoza & Popcorn

Da oggi è possibile pre-ordinare su Amazon il mio nuovo libro “Spinoza & Popcorn“, edizioni De Agostini, che verrà poi pubblicato a partire dal 1° ottobre! Il pre-ordine si può fare da QUI.
(pre-ordinando si è abbastanza sicuri di ricevere il libro nella data di pubblicazione, al massimo il giorno dopo, mentre aspettando il giorno di uscita i tempi potrebbero allungarsi)

Ieri sera ho tenuto una live dove racconto un po’ che cos’è questo libro, cosa si trova al suo interno e com’è nata l’idea! La live puoi recuperarla QUI!
Collaborare con Daniel Cuello (illustratore) è stato meraviglioso e all’interno del libro troverete molte sue illustrazioni, originali e spassose, nonché le vignette di fine capitolo dal titolo “Cos’ha capito Daniel?” (meravigliose!!!)

Presto saranno pubblicate tutte le date di presentazione (alcune già sono disponibili) e ti consiglio di tenere d’occhio QUESTO link per non perdere la data nella tua città!

Schermata 2019-09-16 alle 14.06.45

IMG_1669

LIVE: svelo la copertina di Spinoza&Popcorn

Da non perdere, Filosofia, Narrativa, Spinoza & Popcorn, YouTube

Finalmente è giunto il momento di svelare in Live su Youtube la fantastica copertina del mio nuovo libro (opera del grande Daniel Cuello) in uscita per De Agostini il 1° ottobre “Spinoza & Popcorn“! Durante la diretta risponderò alle vostre domande, vi racconterò un po’ la genesi del libro e parlerò di alcuni contenuti. La live si terrà QUI domenica 15 settembre dalle ore 21!
E ovviamente, potrete iniziare a pre-ordinarlo! 😉 
Non mancate!

Elogio dell’idiozia: la Prefazione Integrale

elogio dell'idiozia, Filosofia

Lucrezia ErcoliLe righe che seguono sono la prefazione che Lucrezia Ercoli, mia cara amica nonché autrice e direttrice di Popsophia, ha voluto tributare al mio libro Elogio dell’idiozia. Ho deciso di pubblicare queste parole non solo per invogliarvi a leggere la mia opera, ma anche perché hanno toccato in profondità il senso che ho voluto iniettare nelle pagine dell’Elogio. Se volete acquistarlo, QUESTO è il link per Amazon (QUI invece in ebook), oppure potete ordinarlo da qualsiasi libreria in Italia.
QUI tutti gli eventi di presentazione! 

*** 

“La filosofia è l’arte di inventarsi ragioni per dubitare persino di ciò che è evidente. È un menù di mille pagine senza niente da mangiare. O meglio, il tentativo di catturare un gatto nero in una stanza buia senza riuscire mai a prenderlo, gridando – di tanto in tanto – l’abbiamo preso, l’abbiamo preso! I filosofi, e i loro tentativi ai limiti dell’assurdo, saranno sempre oggetto di scherno. Ricordatevelo fra un po’ di anni e non dite che non ve lo avevo detto”.

Con queste parole, parafrasate dai miei appunti, il filosofo Franco Volpi ci accoglieva nel suo meraviglioso corso di storia della filosofia. E noi, studenti titubanti e desiderosi, riempivamo le aule del Liviano di Padova e ascoltavamo incantati le parole del maestro che ci invitava a sondare gli abissi del pensiero senza paura di mostrarci idioti, che ci spingeva ad avanzare in territori inesplorati senza timore di essere derisi. Non sapevamo, all’epoca, che sarebbero state le sue ultime lezioni, interrotte dalla sua prematura scomparsa nell’aprile del 2009.

Credo che Riccardo – che negli stessi anni frequentava con me le lezioni di Franco Volpi all’Università degli Studi di Padova – abbia implicitamente ripensato a quell’elogio dell’idiozia filosofica, mentre scriveva le suggestive pagine di cui vi aspetta la lettura.

Una bella avventura ha avuto inizio

elogio dell'idiozia, Filosofia

Con la pubblicazione del mio nuovo libro Elogio dell’idiozia comincia una bella avventura: filosofica, letteraria ma soprattutto umana. E la parte più bella di quell’avventura è potervi incontrare faccia a faccia, discutendo dei temi che ci stanno a cuore vis-à-vis e non separati da quell’abisso che si chiama “schermo“.
Proprio ieri c’è stata la prima presentazione del libro a Roma, presso la Libreria Teatro Tlon, ed è stato un incontro meraviglioso, pieno di occhi sgranati e volti curiosi, un paesaggio che non solo mi porterò dietro per sempre, ma che soprattutto desidero veder replicato altre mille volte e più!
Grazie quindi a tutti coloro che sono intervenuti in quella domenica calda e accogliente, è stato bello guardarci e riconoscerci per quello che siamo: idioti, infinitamente idioti e meravigliosamente idioti.
Le prossime tappe (Milano, Schio e Torino) le trovate a QUESTO LINK.