Seneca nel Traffico! Da marzo, in giro per l’Italia

Facile sopravvivere da stoici in epoca romana: non c’era mica Facebook, non c’erano nemmeno gli ingorghi di Milano, il Black Friday, i gratta-e-vinci, i terrapiattisti (anzi, quelli c’erano anche allora). Insomma, essere stoici in un’epoca diversa dalla nostra sembra facile, accessibile, quasi inevitabile. Eppure, le cose non stavano esattamente così: c’erano le congiure, i senatori avidi, gli imperatori che ammazzavano tutta la famiglia, gli esili e le accuse di piazza. Insomma, il frastuono, il caos, il casino c’è sempre stato,
anche ai tempi di Seneca.

Così, è bello immaginare come i grandi filosofi del passato, da Socrate a Marco Aurelio, da Platone ad Epitteto, avrebbero vissuto la nostra epoca.

Partendo dagli scritti di questi grandi uomini, che hanno saputo trovare (non sempre) la serenità in mezzo al trambusto, lo spettacolo “Seneca nel Traffico” cerca di scovare alcuni indizi utili a vivere con tranquillità nell’epoca dei social network.
Ma con moderazione.
***

“Seneca nel traffico” è il mio nuovo monologo con cui da marzo girerò per le città d’Italia: un monologo tra attualità e filosofia, stoicismo e social-network, serenità e frastuono della vita quotidiana, condito di riflessioni e risate, in cerca della risposta che tutti quanti cerchiamo in ogni epoca della storia: che fare per avere un po’ di pace? È necessaria la prenotazione per poter assistere allo spettacolo, perciò se non vuoi perderti quest’occasione, clicca qui sotto!

PRENOTA

banner_citta

CLICCA QUI per prenotare (al momento le città previste sono Padova, Roma, Pescara, Milano, Torino, Bologna e Trieste, ma presto arriveranno altre date!)

Annunci

Il Genio, l’Idiota e poi Noi – Thiene, 18.07

Mercoledì 18 luglio alle ore 21 presso la Biblioteca Civica di Thiene (VI) avrò il piacere di tenere il mio nuovo monologo “Il Genio, l’Idiota e poi Noi”, tratto dal mio ultimo libro “Elogio dell’idiozia“. Si tratta di una serata a partecipazione gratuita tra filosofia, letteratura e risate. Non mancate! 😉
Durante la serata sarà possibile acquistare una copia del libro.
QUI l’evento Facebook. 

E se l’idiozia fosse simile alla genialità? E se i geni della storia che tanto ammiriamo non fossero altro che idioti all’ennesima potenza? E la nostra idiozia, al cospetto di tutto ciò, che cosa diventa? “Il genio, l’idiota e poi noi” è un monologo filosofico e letterario che scandaglia l’animo dell’essere umano, in cerca della chiave che ci permette di essere quello che siamo. 

L’idiota è sempre un altro. Aborriamo l’idea di essere noi stessi gli idioti, nonostante le evidenze siano molto spesso contro questa tendenza universale. Eppure, l’idiozia non è una forza distruttiva: non solo essa soggiace come leitmotiv ad ogni nostro comportamento, poiché ognuno di noi è sempre l’idiota di qualcun altro, ma la genialità stessa che ha permesso le grandi conquiste dell’umanità, tanto in campo letterario quanto in quello scientifico, tanto nella filosofia quanto nell’arte, non avrebbe mai potuto toccare le vette raggiunte senza la parte inalienabile di idiozia presente in ogni uomo. 
L’idiozia è in fin dei conti ciò che ci ha permesso di pensare, di creare, di comprendere e di sopravvivere in un mondo difficile, e attraverso di essa possiamo essere capiti più a fondo, al fine di non perderci in questo cosmo, solitari e abbandonati alla nostra supposta mancanza di idiozia.

genio

MILANO, 26/02: Raccontare il Sé

Domenica 26 febbraio arriverà a Milano il mio seminario RACCONTARE IL SÈ, in collaborazione con Tlon! Dopo le tappe di Napoli e Torino, il seminario che mette insieme filosofia e narrativa arriva a Milano, per tutto il giorno dalle 10 alle 18! Un’esperienza importante e formativa per acquisire conoscenze e capacità utili a migliorare il proprio rapporto con sé e con il mondo!
La prenotazione è obbligatoria e si può fare qui: http://tlon.it/events/raccontare/

***

Il seminario “Raccontare il Sé” mette insieme la speculazione filosofica e le tecniche narrative al fine di fornire ai partecipanti gli strumenti utili a Raccontare il Sé nel modo più efficace e personale.

Attraverso il connubio tra momenti seminariali e laboratoriali, uniremo l’approfondimento filosofico e la capacità di raccontare storie per dar modo a ognuno degli studenti di esprimersi in maniera libera, divulgando idee, ponendo domande, costruendo la propria storia e la forma con cui narrarla. Tra Michelstaedter e Bergson, tra Leibniz e Saramago, “Raccontare il Sé” vive del rapporto tra filosofia e romanzo, speculazione e narrazione, per mostrare come nessuna Verità possa essere conosciuta (né espressa) se non all’interno di un percorso creativo.

“La via d’uscita s’inventa”, diceva Sartre, e “Raccontare il Sé” tenta di indicare la via per inventare la propria.

Raccontare il Sé – programma

Il seminario si svolge in giornata: inizia alle 10 del mattino e termina alle 18

ORE 10: Seminario – “La Monade Parlante”
Grazie alle intuizioni di Leibniz, si cercherà di descrivere in modo alternativo la costruzione del rapporto tra il soggetto e il mondo, individuando le aporie di quel rapporto, gli ostacoli nell’affrontarlo e descrivendo le modalità con cui oggigiorno stiamo chiudendo le finestre verso il mondo.

ORE 12.00: Laboratorio – “Il Cosmo Dentro”
In questo piccolo laboratorio di scrittura, i partecipanti verranno messi alla prova nel tentativo di raccontare le proprie finestre: come sono costruite, quali vengono chiuse e perché, quali preferiamo tenere aperte e perché.

ORE 13.00: PRANZO E PAUSA LAVORI

ORE 14.30: Seminario – “Arte, Creatività, Narrazione: aprire la Monade”
Il rapporto tra certezza e Verità, tra scienza e arte, è una delle problematiche più profonde nella costruzione di un autentico rapporto con il mondo. In questa conferenza saranno scandagliati i concetti del dionisiaco e della durata, tra Nietzsche e Bergson, tra arte e intelligenza artificiale, nel tentativo di ricomporre l’infranto del mondo che ci portiamo dentro.

ORE 17.00: Laboratorio – “Racconto Ergo Sum”
I partecipanti saranno chiamati a costruire la propria narrazione personale, mettendo in forma nuova i contenuti che fino a quel momento hanno raccontato in maniera inefficace: passioni, idee, esperienze e desideri, nel tentativo di adottare il metodo della “Persuasione” così come enunciato da Michelstaedter. L’obiettivo è quello di aprire le finestre interne della Monade, di osservare come il modo per raggiungere gli altri passa per la capacità di entrare ancora più a fondo dentro di sé, “persuadendosi, ovvero afferrando più autenticamente la vita e il presente”.

Stand-Up Philosophy: CESENATICO e BOLOGNA!

Il mio spettacolo di Stand-Up Philosophy a febbraio si sdoppia! 

stand-up-philosophy-1Sabato 11 a Cesenatico, nella rassegna ConSonanti, sarò sul palco insieme a Roberto Mercadini per una Stand-Up Philosophy… desueta! Un dialogo tra due voci affini ma dissonanti, sintonizzate ma differenti, per mettere insieme due modi diversi di fare teatro e due modi identici di produrre pensiero! Una data imperdibile per chi è di quelle parti!
QUI l’evento di Facebook per prenotare!
Per prenotare il posto: 349 5384058 oppure associazione.mikra@gmail.com 

locandina-duferbolognaMartedì 14 febbraio a Bologna potrete invece portare il vostro partner alla Stand-Up Philosophy, invece del solito ristorantino romantico! Un’edizione speciale da San Valentino per prendere in giro l’amore (visto che lui ci prende sempre in giro)! Tra filosofia e risate, tra pensiero e satira, grazie alla collaborazione con TLON il mio spettacolo arriva finalmente a Bologna!
QUI la pagina dove prenotare il posto!